Gemelli di mais senza glutine tirati su al pesto genovese

Gemelli di mais senza glutine tirati su al pesto genovese
Share Condividi su:   Facebook share button Twitter share button Google+ share button


Tempo: 30 minuti + tempo di riposo
Difficoltà: minima

Ingredienti (per 4 persone):
400 g di gemelli di mais senza glutine
250 g di basilico
40 g di pinoli sgusciati
2 spicchi d'aglio
40 g di Parmigiano Reggiano D.O.P. grattugiato
30 g di Pecorino Romano D.O.P. grattugiato
100 g di fagiolini
100 g di patate a pasta bianca
200 g di olio extravergine di oliva
sale grosso

Procedimento

Per far aderire i tempi di preparazione della ricetta ai ritmi moderni, proponiamo di preparare il pesto utilizzando il frullatore.
Prima di procedere alla preparazione del pesto, è opportuno fare raffreddare il boccale del frullatore in freezer per circa 10 minuti, questo passaggio aiuterà a mantenere ben verdi le foglie di basilico.

Eseguita questa operazione, lavare il basilico, asciugarlo delicatamente e trasferirlo nel boccale del mixer con i pinoli, gli spicchi d'aglio sbucciati e 180 g di olio e azionare il frullatore. Lavorare fino a ottenere una crema, quindi unire il parmigiano e il pecorino e frullare per qualche secondo; trasferire il pesto ottenuto in una terrina e coprirlo a filo con olio.

Spuntare i fagiolini, lavarli e tagliarli a pezzi; sbucciare le patate, lavarle, tagliarle a cubetti e cuocerle con i fagiolini in acqua bollente salata per 6-7 minuti. Prelevare 2 cucchiai di verdura, tenerli da parte per la decorazione, poi aggiungere i gemelli di mais senza glutine alle verdure nella pentola. Portare la pasta a cottura, poi scolare tutto insieme e trasferire in un'ampia terrina; condire con il pesto, amalgamando delicatamente, quindi suddividere la preparazione nelle fondine individuali. Completare con le patate e i fagiolini tenuti da parte e servire.

Nota dello Chef:
Il pesto alla genovese autentico è preparato al mortaio, facendo “strizzare” le foglie di basilico (solo le più tenere) dal sale grosso, con l'aiuto del movimento rotatorio del pestello. Si aggiungono poi l'aglio sbucciato e i pinoli, si lavora ancora a pestello e, infine, si completa con olio extravergine di oliva, parmigiano e pecorino grattugiati, e si amalgama il tutto.

SU