Charlotte di pere e castagne

Charlotte di pere e castagne
Share Condividi su:   Facebook share button Twitter share button


Una torta ideale da accompaganre ad una calda tazza di the, ricca di ingredienti alleati della salute come le castagne.

Proprietà:
Le castagne sono ricche di carboidrati complessi (amido), fibre, proteine e sali minerali. Inoltre, sono una buona fonte di vitamine del gruppo B e non contengono colesterolo. Ottime per combattere stress e stanchezza e anche contro l’influenza dei periodi invernali, per recuperare le forze, agendo come ricostituente naturale. La percentuale di ferro contenuta, aiuta a contrastare l’anemia e alle donne in gravidanza è consigliata per la presenza di acido folico, utile per la crescita del feto.
Cenni storici:
Le origini del castagno, hanno di reperti fossili che attestano che l'albero dovrebbe derivare da un ceppo originatosi nel Terziario, circa 10 milioni di anni fa e che in periodo a clima caldo si era diffuso in Asia, in Europa e nelle Americhe. In molteplici scritti ritroviamo le castagne nell’antica Grecia e nell’antica Roma.
oggi le castagne, sono apprezzate e consumate in tutta Europa, diventando produttrice per altri stati.
Note
Naturalmente prive di glutine, sono perfette anche come utilizzo in farina nelle ricette più varie di panificati o pasticceria.
Per il loro alto contenuto di carboidrati (zuccheri) le castagne sono sconsigliate a chi soffre di diabete, colite o obesità. le castagne crude non fanno bene in quanto potrebbero causare problemi intestinali come cattiva digestione o gastrite

Ingredienti per 8 persone:
Per la base pan di spagna:
4 uova
150 g di zucchero
120 g Mix Speciale per dolci lievitati Molino dalla Giovanna
3 g Lievito per dolci senza glutine
50 g chicchi di cioccolato fondente senza glutine
la buccia di un limone non trattato oppure una bacca di vaniglia
un pizzico di sale fino
Burro e farina di riso finissima per lo stampo
per comporre la Charlotte:
250 g Pan di Spagna tagliato a fette(ricetta sopra)
500 g pere
250 g castagne
20 g zucchero semolato
80 g uvetta sultanina
50 g rum
50 g burro
cannella in polvere
Per la crema:
1 l latte
60 g amido di mais consentito
6 tuorli
1 foglia di alloro
90 g zucchero semolato
Per lo sciroppo:
5 dl acqua
300 g zucchero semolato
la scorza di 1 arancia non trattata
Difficoltà: media
Tempo: 50 minuti + tempo di riposo
Procedimento:
Incidere le castagne con un coltello e cuocerle in acqua bollente con una foglia di alloro per circa 30 minuti, poi scolarle, lasciarle raffreddare e sbucciarle le castagne.
Nel frattempo preparare la crema. Versare il latte in una casseruola e scaldarlo a fuoco moderato senza portarlo a ebollizione. Montare in una terrina i tuorli con lo zucchero, utilizzando le fruste elettriche, fino a ottenere un composto spumoso. Incorporarvi rapidamente l’amido setacciato, mescolando con una spatola dal basso verso l’alto, poi diluire con il latte caldo versato a filo, continuando ad amalgamare (se necessario eliminare i grumi, passare la preparazione con un colino a maglia fitta).
Trasferire il tutto nella casseruola del latte e cuocere a fuoco vivace, mescolando continuamente con una frusta a mano, fino a ottenere una crema densa e omogenea da tenere da parte.
Preparare il pan di spagna: Sgusciare le uova (mi raccomando che siano a temperatura ambiente e non da frigo) in una ciotola o in planetaria con lo zucchero, unire la bacca di vaniglia incisa centralmente con un coltello per estrarne la polpa, quindi montare con delle fruste elettriche fino a renderlo gonfio e spumoso.
A questo punto unire il mix e il lievito al composto di uova, incorporandone un cucchiaio per volta con una spatola e procedendo con movimenti rotatori dal basso verso l’alto. Una volta aggiunta tutta la farina, versare dentro anche il cioccolato e mescolare un’ultima volta. Scaldare il forno, trasferire l’impasto in una leccarda foderata con carta da forno e cuocere a 200 °C per 10/12 minuti, al termine sfornare e capovolgere il pan di spagna su un tagliere, riporre sopra un panno umido ed arrotolare la torta dentro il panno.
Sbucciare le pere, privarle del torsolo con i semi e tagliarle a dadini, disporle in una padella antiaderente con il burro, lo zucchero e l’uvetta, ammollata e strizzata, e cuocere per circa 8 minuti. Unire il rum, farlo evaporare a fiamma vivace, poi aggiungere un pizzico di cannella e togliere dal fuoco. Fare raffreddare in una terrina e nel frattempo preparare lo sciroppo. Portare a ebollizione in un piccolo tegame l’acqua con lo zucchero e la scorza d’arancia, e cuocere per circa 30 minuti, prima a fuoco vivace e poi, dopo 15 minuti, a fiamma bassa.
Utilizzare lo sciroppo per bagnare leggermente le fette di pan di spagna al cioccolato, in modo da ammollarle bene, poi foderare con queste uno stampo da charlotte, ritagliandole se necessario. Spennellarle quindi con il burro fuso e tenere da parte.
Grattugiare le castagne nella crema pasticciera, amalgamare il tutto poi trasferire il composto ottenuto all’interno dello stampo, fino a riempirlo. Chiuderlo con il restante Pan di Spagna ammollato con lo sciroppo e cuocere nel forno caldo a 170 °C per circa 1 ora; terminata la cottura, sfornare e lasciare raffreddare. Riporre la charlotte sul piatto da portata, cospargerla a piacere con dello zucchero a velo e servire.

Tempo: 50 minuti più tempo di riposo
Difficoltà: Media

SU