Crostatina con frolla alle mandorle e crema al cioccolato

Crostatina con frolla alle mandorle e crema al cioccolato
Share Condividi su:   Facebook share button Twitter share button


Tempo: 50 minuti più tempo di riposo
Difficoltà: Facile

Frolla per biscotti e frolla per crostate ne esistono davvero tantissime ricette, oggi vi propongo una variante realizzata con farina di mandorle che rende ancor più golosa la ricetta.

Caratteristiche :
La farina di mandorle si ricava dalle mandorle secche, decorticate e senza pelle.
Questa farina è particolarmente ricca di proteine, zuccheri, vitamina E, vitamine del gruppo B e sali minerali (calcio, potassio, magnesio, fosforo, ferro e zinco).
Le mandorle, come anche la farina, sono un alimento assai energetico e presentano proprietà antisettiche, lassative e sono un blando antidepressivo naturale.
Cenni storici:
Il mandorlo cresce nel Mediterraneo orientale e nel Levante. Venne introdotto in Sicilia dai Fenici dalla Grecia (i romani lo chiamavano "noce greca"), dopodiché si diffuse in Francia, Spagna e quasi tutti i paesi del Mediterraneo.
note:
le mandorle vengono usate anche per realizzare un prezioso olio cosmetico naturale.

Ingredienti 
260 g Molino della Giovanna preparato per torte e biscotti
40 g farina di mandorle senza glutine
170 g burro
130 g zucchero a velo senza glutine
1 uovo
3 tuorli d’uovo
la scorza grattugiata di un’arancia bio
un pizzico di sale
zucchero a velo senza glutine
farina di riso finissima per lo spolvero  

Per la crema al cioccolato

100g Cioccolato fondente al 55%
500 g Latte intero 
1 Baccello di vaniglia
75 g Tuorli
140 g Zucchero
45 g Amido di mais (maizena)
1 pizzico Sale fino
8/10 lamponi freschi
Foglie di menta fresca

Tempo: 50 minuti più riposo
Difficoltà: Facile

Procedimento
Disporre la farina a fontana sul piano da lavoro o in planetaria mettervi al centro la farina di mandorle, mescolare brevemente. Aggiungere lo zucchero ed il burro diviso a pezzetti, lavorare delicatamente e poi a seguire, le uova e la scorza un’arancia grattugiata e amalgamare bene il tutto, incorporando man mano fino al completo assorbimento della farina.
Impastare senza scaldare troppo l’impasto, fino ad ottenere un composto omogeneo e farlo riposare minimo 45 minuti in frigorifero, avvolto con pellicola da cucina (il riposo ideale sarebbero 24 ore in frigo per permettere all’impasto di assorbire gli aromi).
Per preparare la crema, tritare il cioccolato fondente, versare in un pentolino il latte con i i semini di una bacca di vaniglia e porre il baccello in infusione, mettere sul fuoco e portare a sfiorare il bollore. Intanto in un altro pentolino versare lo zucchero, i tuorli e lavorate tutto con una frusta. Unire anche l'amido di mais e un pizzico di sale.
A questo punto versare poco latte caldo sul composto per stemperarlo, avendo cura di eliminare prima il baccello lasciato in infusione, mescolare con la marisa. Dopodichè versare tutto il restante continuando a mescolare. Portare di nuovo sul fornello e far addensare a fuoco moderato la crema. Spegnere il fuoco e trasferire in una ciotola.
Ora non resta che aggiungere il cioccolato fondente tritato e mescolare molto bene, fino a quando non sarà completamente sciolto e amalgamato. La vostra crema pasticcera al cioccolato è pronta.
Riprendere la frolla e stenderla allo spessore di 3-4 mm, adagiarla in degli stampi da crostatina imburrati e infarinati, versare il composto di riso e cuocere nel forno caldo a 180 °C per 20-25 minuti.
Sfornare, lasciar riposare circa 30 minuti, poi togliere dallo stampo e decorare con dei lamponi e foglie di menta, volendo si può spolverare con zucchero a velo o aggiungere dei pinoli.

SU