Piadina con prosciutto cotto, uovo all’occhio di bue, pecorino e timo

Piadina con prosciutto cotto, uovo all’occhio di bue, pecorino e timo
Share Condividi su:   Facebook share button Twitter share button


Un piatto veloce e davvero versatile la piadina. Sostituti del pane, in tavola ci permette molteplici farciture dolci e salate.
Oggi la realizziamo in casa, con una farcitura molto particolare arricchita dall’uovo ad occhio di bue.

Proprietà
L’uovo è un alimento ricco di ferro in forma assimilabile, di calcio, di fosforo, di potassio e di magnesio. Ha anche un alto contenuto di vitamine e proteine, tra cui  la colina che è indispensabile particolarmente alle cellule nervose.
Cenni storici
Nella civiltà egiziana si allevavano polli e avevano inventato un sistema artificiale di incubazione delle uova. Come alimento era monopolio delle classi più importanti, faraoni, sacerdoti e nobili, considerato pregiato ed esclusivo.
Note
Una caratteristica delle uova è la “prova freschezza” per scoprire se sono ancora buone da consumarsi: prova di galleggiamento dell’uovo. Immergendolo in acqua con il 10% di cloruro di sodio (sale da cucina); avendo l’uovo fresco un peso specifico più alto, una volta immerso nella soluzione va a depositarsi sul fondo, altrimenti resterà tanto più vicino alla superficie quanto meno sarà fresco.

Ingredienti per 4 persone
250 g Speciale Pane e Pizza Molino dalla Giovanna senza lattosio
170 g acqua fredda
20 g strutto
30 g Olio di semi di mais 
6 g sale fino
1 g bicarbonato
Farina di riso e mais finissima senza glutine
Per la farcitura
150 g prosciutto cotto senza glutine
4 uova intere
50 g pecorino tagliato a cubetti
4 rametti di timo
Olio extra vergine
Sale fino
Pepe nero macinato

Tempo: 50 minuti più riposo
Difficoltà: Facile
Procedimento
Disporre il mix in una terrina oppure in planetaria insieme al resto degli ingredienti i e mescolare bene il tutto con l’aiuto di una foglia.
Azionare la planetaria a velocità media e ottenere un impasto ben liscio, portando l’impasto a un aspetto omogeneo e compatto. Formare delle palline del peso di 80/90 g circa, schiacciare con il mattarello fino ad ottenere dei dischi circolare dello spessore di 2/3 mm.
Scaldare una padella antiaderente del diametro di 28 cm a fondo basso, cuocere la piada per circa 3 minuti avendo cura di girare dopo circa 1 minuto e mezzo e far finire l’altro lato per il tempo restante, togliere dalla padella e riporre su un piatto a raffreddare, completare con la cottura con le altre palline stese.
Scaldare una padella sul fuoco con un cucchiaio d’olio extra vergine a fiamma dolce, dopo circa un paio di minuti sgusciare le uova una per volta e cuocere coprendo la padella con un coperchio per circa 3 minuti.
Al termine della cottura delle uova aggiustare di sale e con l’aiuto di una paletta togliere dalla padella le uova.
Stendere la piada su un tagliere, versare una o due fette di prosciutto cotto, adagiare un uovo all’occhio di bue al centro e completare con una manciata di pecorino ed un rametto di timo.

Tempo: 50 minuti più tempo di riposo
Difficoltà: Facile

SU