Piadina alla piastra con frittata di carciofi

Piadina alla piastra con frittata di carciofi
Share Condividi su:   Facebook share button Twitter share button


Tempo: 1 ora più riposo
Difficoltà: Facile

Realizzare un piatto veloce spesso è una necessità, la piadina si presta per essere un piatto da consumare al volo se farcito con affettati, oppure e vero e proprio pasto gourmet se si scelgono prelibate farciture. Oggi userò un ingrediente di altissimo valore: il carciofo.

Proprietà
Il carciofo è fondamentale per la salute del fegato grazie alla presenza di cinarina fa sì che questa verdura sostenga la funzionalità epatica stimolando la secrezione della bile. Inoltre ha la funzione di detossificazione dell’organismo, è utile per contrastare varie patologie correlate al fegato come epatite, cirrosi ed ittero. 
Il carciofo aiuta inoltre a combattere l’azione dei radicali liberi, proteggendo così l’organismo dall’invecchiamento cellulare e dalla degenerazione di tessuti e organi che, normalmente, si manifesta con l’avanzare dell’età e a proteggere dall’insorgenza di tumori.

Cenni storici
Noto sin dall’antichità per le sue doti benefiche, il carciofo è presente già dal mese di novembre ed è considerato il re dell’inverno grazie alla sua versatilità nelle ricette.
Viene coltivato principalmente in Toscana, Liguria, Lazio e Puglia, e alcune tipologie possono raggiungere anche un metro di altezza. Pianta di origine mediterranea, appartenente alla famiglia delle Asteracee, erbacea, perenne, rizomatosa, il carciofo è composto da un fusto robusto e ramificato, mentre le infiorescenze sono le parti edibili.

Note 
Il carciofo è considerato anche un ottimo digestivo, infatti è spesso conigliato nelle diete dimagranti o detox.
Nonostante le molte proprietà però , è controindicato per chi soffre di calcoli biliari e per chi è in allattamento, dato che riduce la produzione di latte materno.

Ingredienti per 4 persone

250 g Speciale Pane e Pizza Molino dalla Giovanna senza lattosio
170 g di acqua fredda
20 g strutto
30 g di Olio di semi di mais 
6 g di sale fino
1 g di bicarbonato
Farina di riso e mais finissima senza glutine
Per il ripieno
3 uova intere
2 tuorli d’uovo
3 carciofi freschi
½ cipolla bianca
¼ di bicchiere di vino bianco
1 limone
Sale fino
Pepe nero macinato
Olio extra vergine d’oliva  

Procedimento
Versare il mix in una terrina, aggiungere il bicarbonato e miscelare con una mano, poi unire l’acqua fredda impastare energicamente il tutto, terminare con l’aggiunta dell’olio, strutto e sale, incorporandoli con cura. Ottenere una palla d’impasto omogenea e ben liscia, lasciar riposare per circa 30 minuti a temperatura ambiente.
Prelevare quindi una parte dell’impasto e stenderla con il matterello sul piano leggermente infarinato, portandola allo spessore di 1 mm; ritagliare da essa dei cerchi della larghezza del fondo della padella, aiutandosi, se occorre, con la forma di un piatto. Procedere in questo modo fino a terminare l’impasto; cuocere ogni piadina sul fuoco moderato in una padella antiaderente ben calda per circa 3 minuti, poi voltare e terminare la cottura per 2-3 minuti.Sgusciare le uova in una terrina insieme ai tuorli d’uovo, aggiustare di sale pepe e sbattete il tutto con una frusta.
Pulire i carciofi eliminando le punte, pulire il gambo e tagliare a metà nel senso del lungo, eliminare la barba centrale con la punta di un coltello e affettare sottili, riporre in acqua e limone spremuto, per non farli annerire.
Pulire la cipolla e tritare molto sottile, riporre in padella con due cucchiai abbondanti d’olio extra vergine e lasciare rosolare a fiamma dolce, aggiungere i carciofi e far scottare per qualche minuto, sfumare con il vino e portare a cottura aggiungendo dell’acqua se necessario, sale e pepe quanto basta.
Scolare i carciofi dal liquido in eccesso e riporre nuovamente in padella, versare l’uovo sbattuto al suo interno e far cuocere a fiamma dolce, quando tutto il liquido si sarà addensato girare la frittata con l’aiuto di un coperchio e finire di cuocere dalla parte opposta.
Farcire la piadina con la frittata e servire il tutto.

SU