Gnocchi senza glutine di amaranto e patate con scampi e pesto

Gnocchi senza glutine di amaranto e patate con scampi e pesto
Share Condividi su:   Facebook share button Twitter share button Google+ share button


Un primo piatto amato da tutti e semplice da preparare: ecco la ricetta degli gnocchi senza glutine con amaranto e patate.

Scampi e pesto, un’accoppiata tanto insolita quanto sfiziosa per andare a condire questi gnocchi senza glutine. Salutare e soprattutto perfetto per nutrire in maniera equilibrata, questa ricetta prevede l’aggiunta di amaranto, uno pseudocereale naturalmente privo di glutine. Ricco di proteine e lisina, ha anche un apporto di fibre elevato che lo rendono estremamente digeribile.

Qui di seguito potrete sperimentare questo ingrediente impiegato nella ricetta degli gnocchi senza glutine.

Tempo: 90 minuti + tempo di riposo
Difficoltà: Media

Ingredienti per 4 persone:
500 g di patate a pasta bianca
200 g di Speciale per pasta Fresca Molino dalla Giovanna senza glutine
70 g di amaranto senza glutine
250 g di scampi
farina di riso senza glutine per lo spolvero
olio extravergine di oliva
8 g di sale fino
pepe bianco macinato
Per il pesto dello chef:
65 g di foglie di basilico
40 g di nocciole sgusciate
1 scalogno
50 g di parmigiano grattugiato
20 g di prezzemolo
180 g di olio extravergine di oliva


Procedimento:
Disporre l'amaranto senza glutine in un colino a maglia fitta, sciacquarlo sotto l'acqua corrente e cuocerlo in acqua bollente per circa 15 minuti; scolarlo e lasciarlo raffreddare in una terrina (se necessario, strizzarlo per eliminare l'acqua presente).
Lavare le patate e cuocerle in acqua bollente per 30-35 minuti; scolarle, adagiarle su una teglia e cuocerle nel forno caldo a 200 °C per 10 minuti, in modo che si asciughino. Sfornarle, pelarle e passarle allo schiacciapatate, raccogliendo la purea direttamente in una terrina; lasciare raffreddare, poi aggiungere il sale e una presa di pepe, amalgamare, quindi unire a pioggia il mix senza glutine per pane, molto lentamente, incorporandolo man mano. Completare con l'amaranto e lavorare il composto, fino a ottenere una palla omogenea; formare con questa dei rotolini, poi tagliarli a tocchetti lunghi 1 cm e rigarli con i rebbi di una forchetta, dalla parte del taglio. Distribuirli su un vassoio cosparso con farina di riso senza glutine e lasciarli asciugare.
Preparare il pesto dello chef. Prima di tutto è opportuno fare raffreddare il boccale del frullatore in freezer per circa 10 minuti: questo passaggio consentirà di ottenere un pesto di colore verde brillante. Eseguita questa operazione, lavare le foglie di basilico e di prezzemolo, asciugarle delicatamente e trasferirle nel boccale del mixer con le nocciole, lo scalogno sbucciato e 170 g di olio. Azionare il frullatore e lavorare fino a ottenere una crema, quindi unire il parmigiano e frullare per qualche secondo; trasferire il pesto ottenuto in una terrina e coprirlo con il restante olio.
Privare gli scampidallecarapace; lavarli sotto l'acqua corrente, sgocciolarli, poi adagiarli su un foglio di pellicola da cucina. Coprirli con un secondo foglio e batterli leggermente con un batticarne, poi distribuirli su una teglia foderata con carta da forno e cuocerli nel forno caldo a 110 °C per 15-20 minuti.
Terminata la cottura dei gamberi, cuocere gli gnocchi in abbondante acqua bollente salata per circa 5 minuti; scolarli con una schiumarola e trasferirli in una terrina con il pesto. Unire 1 cucchiaio dell'acqua di cottura e mescolare delicatamente, poi distribuire gli gnocchi nei piatti individuali e completare ciascuno con 3 gamberi. Servire.

SU