Arancina di Miglio senza glutine

Arancina di Miglio senza glutine
Share Condividi su:   Facebook share button Twitter share button Google+ share button


Come si preparano gli arancini senza glutine? Un siciliano come me non poteva non inserire tra le sue ricette queste prelibatezze della tradizione.

Una vera sfiziosità, lo street food perfetto, ma anche ideale da servire durante un pranzo. La versione di queste arancina senza glutine prevede l’impiego anche di miglio in chicchi, variante pertanto della ricetta tradizionale.

Siete curiosi di sapere quanto sono buoni? Non basta che mettersi d’impegno e prepararli!

Tempo: 120 minuti
Difficoltà: Media

Ingredienti per 4 persone
500 g di Miglio in chicchi 
3 bustine di zafferano
2 uova
3 tuorli
30 g di burro delattosato
25 g farina di riso senza glutine 
½ latte intero
80 g di pecorino grattugiato senza lattosio
250 g di prosciutto cotto senza glutine  senza lattosio
250 g di mozzarella per pizza senza glutine senza lattosio
250 g di pangrattato senza glutine 
3 l olio di semi di arachide
sale fino
Noce moscata
Pepe nero macinato

Procedimento:

Sciacquate bene il miglio e lasciatelo asciugare bene.
Mettete a bollire una pentola e portate ad ebollizione insieme alle 3 bustine di zafferano, cuocere il miglio in acqua, aggiustate di sale e lasciate andare per circa 15 minuti.
Scolate il miglio dal fuoco, trasferire la preparazione su un piano di marmo o di acciaio, livellandolo bene con una spatola e fare raffreddare completamente; riprendere il miglio e amalgamarvi con cura 3 tuorli.
Versare il latte in una casseruola, portarlo quasi a ebollizione, e unire una presa di sale, un pizzico di pepe e una grattugiata di noce moscata; in una seconda casseruola, versare il burro sciolto in una terrina, unirvi la farina senza glutine e amalgamarlo con una frusta. Unire il latte al composto di burro e farina senza glutine, versandolo a filo, continuando ad amalgamare con una frusta, e fare addensare la besciamella sul fuoco a fiamma dolce. Lasciare riposare a temperatura ambiente.
Prelevare quindi una parte di miglio, premendolo sulla mano in modo da ottenere uno strato sottile e, mantenendo la mano piuttosto raccolta, formare un incavo nella mano con il miglio dove porre il prosciutto cotto senza glutine e la mozzarella senza glutine tagliati a dadini. Confezionare l’arancino chiudendo la mano e modellandolo delicatamente, quindi passarlo nelle restanti uova sbattute e poi nel pangrattato.
Procedere in questo modo fino a terminare gli ingredienti, poi fare riposare gli arancini in frigorifero per 45 minuti.
Friggerli quindi in abbondante olio a 170-180 °C e cuocerli fino a dorarli uniformemente; prelevarli con una schiumarola, trasferirli su carta assorbente da cucina, in modo che perdano l’olio in eccesso, e servirli ben caldi.

SU