La celiachia impone un tipo di alimentazione senza glutine come unica cura, allora perchè il costo degli alimenti dedicati è così elevato?

lunedì, 24 maggio 2021 / Pubblicato in Approfondimenti
La celiachia impone un tipo di alimentazione senza glutine come unica cura, allora perchè il costo degli alimenti dedicati è così elevato?

In tutta Europa emerge che i prezzi dei prodotti per celiaci comparati a quelli con glutine hanno costi in lieve diminuzione, ma non esistono prodotti di fascia bassa. 
Lo studio ha composto un carrello ipotetico nel 2017 con i seguenti prodotti : 2 tipologie di pane (rosette e pane a fette), 3 tipologie di pasta (2 spaghetti, 1 pasta corta), biscotti per la prima colazione, snack dolci tipo plumcake/merendina, 2 mix farina/preparati per, pizza surgelata e un primo piatto pronto. Ogni singolo prodotto indicato nel paniere è stato rilevato in GDO, Farmacia e Negozio Specializzato, per un totale di 70 prezzi riscontrati nei Capoluoghi di Regione italiani. 
La più conveniente resta la GDO, farmacie e negozi specializzati sono più cari, a livello nazionale il costo per acquistare i prodotti del carrello simulato è di 50€ circa per il negozio specializzato, 48€ in farmacia e 37€ in GDO. 
Come sappiamo però , il mercato alimentare compreso quello del gluten-free è in continua evoluzione: a seguito del mutare delle esigenze dei consumatori non solo cambiano packaging e assortimento disponibile, ma possono variare l’ingredientistica o la grammatura degli alimenti e man mano si nota come fino ad oggi questa differenza di prezzo si stia allineando tra i vari canali, rendendo tutto più accesibile seppur ancora "caro" rispetto al prodotto tradizionale.
In sintesi, è più difficile trovare prodotti low cost tra i prodotti senza glutine che tra i prodotti convenzionali, al netto della qualità dei prodotti che è sempre fondamentale.

C'è da specificare però che le aziende sono continuamente attive nella ricerca e l'innovazione per poter realizzare dei prodotti che siano gustosi, genuini e altrettanto competitivi per le varie categorie di utenti, che spesso sommano alla celiachia anche altre esigenze (senza lattosio, senza zucchero, senza nickel) .
Ci siano diversi fattori che influenzano il prezzo finale:

  • costo delle materie prime più alto rispetto alle materie prime glutinose
  • prevenzione dei rischi di contaminazione crociata (sono quelle contaminazioni da eliminare lungo tutte le fasi: dalle materie prime fino alla consegna al consumatore). Quindi per un azienda produttrice prevenire le contaminazioni, oranizzare la filiera produttiva, effettuare i controlli nelle diverse fasi fino al trasporto comporta un costo che ricade inevitabilmente sul prezzo del consumatore.
  • costi della certificazioni e della burograzia riguardo le diverse linee di prodotto
  • per questo tipo di prodotti non valgono le classiche leggi del mercato e della concorrenza poichè in parte vengono utilizzati i "buoni" emessi dallo stato.

Un ringraziamento speciale va a tutte le attività che quotidianamente lavorano per raggiungere un quadro di qualità/prezzo con studi di laboratorio che troppo spesso non vengono considerati.

 

Share Condividi su:   Facebook share button Twitter share button


SU